Monthly Archives: ottobre, 2014

Presentazioni efficaci

Un buon contenuto, senza una buona presentazione, fa schifo

ottobre 29th, 2014 Posted by Copywriting 2 comments

Nel titolo ho volutamente esagerato. È ovvio che un buon contenuto, senza una buona presentazione, non possa far schifo in assoluto. Almeno non come un pessimo contenuto presentato in modo pessimo. Tuttavia, se vuoi lasciare un segno e far esclamare “WOW!” al tuo pubblico, non puoi accontentarti di una presentazione sciuè sciuè. (altro…)

Libro senza immagini per bambini

Copywriting senza immagini: te lo immagini su un libro per bambini?

ottobre 27th, 2014 Posted by Copywriting No Comment yet

Io un libro per bambini me lo sono sempre immaginato pieno di illustrazioni. O, almeno, da piccola per me i libri dovevano essere così: con tante figure. Non mi piacevano quelli senza immagini così come non mi piacevano quelli con poco testo (“finivano” subito).

In realtà quando ancora non sapevo leggere, e quindi quello che più m’importava era la favola di per sé, non il supporto su cui questa era impressa, avevo mio padre e mia madre. (altro…)

Carta Diritti Internet

Gasparri la Carta dei Diritti di Internet non l’ha letta mica

ottobre 21st, 2014 Posted by Copywriting 1 comment

Niente opinioni personali in questa sede. Solo una piccola, forse banale constatazione: Gasparri la carta dei diritti di Internet non l’ha mica letta.
No, dico. Se l’avesse letta forse, non avrebbe fatto quello che ha fatto e scritto quello che ha scritto (non serve ricordare l’episodio Fedez/fan di Fedez, vero?).
Oppure l’ha letta, e alla Boldrini avrà detto qualcosa del tipo: “È una bozza, aspettiamo la consultazione pubblica del 27 ottobre per rivedere un punto o due”. (altro…)

Elegy for a dead world

In arrivo un gioco sulla scrittura: un antidoto contro la sindrome da foglio bianco?

ottobre 15th, 2014 Posted by Copywriting 5 comments

L’altro giorno, su Twitter, Silvio Bompan (cognome delizioso) mi contatta per segnalarmi l’uscita di Elegy for a dead world, un gioco sulla scrittura. (altro…)

Oroscopo Freelance

Il copywriting degli oroscopi. Dalle stelle alle stilo

ottobre 13th, 2014 Posted by Copywriting 12 comments

C’è chi ogni mattina non può fare a meno delle previsioni di Branko. Chi “toglietemi tutto, tranne l’oroscopo di Fox di fine anno”. E chi il giovedì mattina, prima ancora di prendere il caffè, si collega per leggere Brezny. (altro…)

Kapost content marketing

La mia dichiarazione d’amore a una piattaforma di content marketing (@Kapost)

ottobre 10th, 2014 Posted by Copywriting 2 comments

Sono una donna atipica.
Le donne, di solito, s’innamorano di scarpe, borse, vestiti, gioielli. A me, invece, capita d’innamorarmi di un font, di un colore, di un particolare design, di una campagna di guerrilla. Da mesi ormai sono innamorata persa di una piattaforma di content marketing: Kapost. (altro…)

Keep calm and write well

Facebook ads: dal copywriting superficiale alle volpaggini

ottobre 8th, 2014 Posted by Copywriting 3 comments

Non so se succede lo stesso anche a voi. Io, quando m’imbatto in una comunicazione superficiale o ingegnosa (con una connotazione negativa), mi metto sul “bitch mode on” e tiro dritto, in barba alla CTA. (altro…)

Contenuto di valore

Ma il pubblico capisce (davvero) il valore di un contenuto?

ottobre 6th, 2014 Posted by Copywriting 4 comments

Magari questa domanda te la sei posta anche tu, forse poco prima di cliccare il pulsante “Pubblica”. O magari di fronte al post dell’ennesima “star del web”, più di preciso in corrispondenza di quel “un idea” senza apostrofo. O, ancora, leggendo i commenti bravo-ottimolavoro-grande-numero1 sotto a un post che, in effetti, ti ha fatto porre più di una domanda.

Nello specifico, la domanda “il pubblico capisce (davvero) il valore di un contenuto?” me l’ha rigirata Valentina Coppola su Google+ in riferimento al post della scorsa settimana su Click to Tweet e Social Locker. (altro…)

Odio Click to Tweet

Ecco perché odio il click to tweet e i social locker

ottobre 1st, 2014 Posted by Copywriting 13 comments

Siamo nati liberi, liberi come il sole”, cantava Massimo Di Cataldo. Cazzarola se aveva ragione: siamo nati liberi, per davvero. Poi un giorno Eva ha mangiato la mela, il serpente gliel’ha venduta (leggi “incartata”) bene ed è nato il marketing. E il marketing ha inventato il click to tweet e i social locker. Brutto, brutto marketing. (altro…)