Esperti scrittura

Scrittura. Nella giungla è guerra fra tre Cita

luglio 16th, 2015 Posted by Copywriting, Pensieri No Comment yet

Siamo nella giungla. La più intricata giungla che tu possa immaginare. Qui vivono l’esperto, l’esperTOH! e l’espertucolo in scrittura. Abitano tutti e tre su una rete, appesi come scimmie alle corde di un sapere più o meno presunto.

Tutti e tre sono curiosi, come curiose sono le scimmie. Ciascuno, inutile dirlo, lo è a modo suo.

L’esperto tesse le corde del suo sapere leggendo fonti che definisce “autorevoli”: giornali, libri (di carta, ricordi la carta? “Esiste, c’è, stacce” cit.), ricerche.
L’esperTOH! legge libri, di carta e di pixel, e blog post.
L’espertucolo vive quasi solo di blog post. Si nutre d’infografiche e foglie di banano.

Ma sono tutti e tre curiosi, eh.

L’esperto chiede ad altri esperti. Cerca risposte alle sue domande.
L’espertTOH! si rivolge perlopiù ad altri esperTOHs e, ogni tanto, si ricorda che a due corde di distanza c’è anche l’esperto (toh!).
L’espertucolo non conosce che espertucoli come lui. Spesso scambia anche espertucoli per esperti, se stesso per esperto. Capitelo: la sua parte di rete è sempre esposta a un sole cocente.

E poi fanno i loro lavori quotidiani.

L’esperto di solito li fa, ma non lo dice. Ne ha quasi pudore.
L’esperTOH! li fa, e li mostra. Non sempre, c’è da dire.
L’espertucolo ne fa pochi, ma fa credere di non far altro tutto il giorno – mentre in giro un po’ di gente lo sa che, in realtà, l’espertucolo passa metà del suo tempo appallottolando le già citate foglie di banano.

Esperto, esperTOH! ed espertucolo convivono. Pacificamente, il più delle volte. La rete è grande, la giungla pure. Solo che, ogni tanto, uno di loro fa qualcosa. Per esempio, l’espertucolo intaglia la sua bio sulla corteccia del grande albero e sotto al suo nome scrive “esperto in scrittura”. A quel punto l’esperTOH! e l’esperto si risentono. Ogni tanto glielo fanno capire, lanciandogli bucce di banana in testa e nascondendo subito la mano. Spesso s’indignano e tacciono, piazzano un muso lungo lungo e smettono di scrivere per un po’. Soprattutto, covano. Le scimmie non covano, loro sì però.

Quando succedono cose così, che sia un espertucolo che si chiama esperto o un esperto che si chiama esperto con la E maiuscola, scatta la guerra fra tre Cita. Che non è poi proprio una guerra-guerra. È più una pacifica selezione darwiniana, ecco. O un modo molto zen di aspettare l’espert* sulla riva del fiume. O, boh, qualcosa del genere. Non facciamo i puntigliosi anche noi, suvvia.

Guerra o non guerra, i battibecchi sulla rete di questa grande giungla sono ormai diventati un rumore bianco. Le cicale non ci fanno più caso. Le scimmie urlatrici, be’, neppure loro. Le rane dello stagno guardano su, verso la rete, gracidano qualcosa e zompettano via, noncuranti di quel blablabla più vuoto del loro cracracra.

In realtà l’esperto, l’esperTOH! e l’espertucolo non se li fila nessuno, in questa grande e intricata giungla. Ma non diteglielo. Davvero. Potrebbero tirarvi una buccia di banana o, peggio ancora, potrebbero tirarvi su, su nella rete assieme a loro.